Cosa sta succedendo alle criptovalute Voyager Token, Dogecoin, Binance Coin, XRP, Monero e PancakeSwap oggi?

Migliaia di trader come te usano Benzinga Options per imparare la formula che Nic Chahine usa per guadagnare un reddito a tempo pieno. Clicca qui per imparare come imparare mentre guadagni. Cosa sta succedendo alle criptovalute Voyager Token, Dogecoin, Binance Coin, XRP, Monero e PancakeSwap oggi? Il mercato delle criptovalute è in un territorio rialzista, con Bitcoin (BTC) scambiato in rialzo dello 0,2% a $ 59.911 al momento della stampa alla fine di domenica dopo aver raggiunto il segno $ psicologicamente significativo all’inizio di sabato. 60.000. Tuttavia, ci sono diverse criptovalute che superano le migliori risorse virtuali e attirano l’attenzione.

  1. Voyager Token (VGX): Voyager è scambiato del 18,7% in più a $ 4,89 al momento della stampa. VGX sostiene il broker di crittografia con sede negli Stati Uniti Voyager Digital Ltd. (OTC: VYGVF).
  2. La criptovaluta è sotto i riflettori e Voyager ha annunciato all’inizio di questa settimana che il suo patrimonio totale gestito (AUM) ha superato i 2,4 miliardi di dollari, con il numero totale di utenti verificati sulla piattaforma che supera il milione.
  3. Dogecoin (DOGE): Dogecoin è in rialzo del 17,2% al momento di andare a $ 0,075. La criptovaluta è probabilmente supportata da un altro tweet di Tesla Inc. (NASDAQ: TSLA) CEO Elon Musk, che si ipotizza stia reclamizzando le risorse dei meme.
  4. Binance Coin (BNB): Binance Coin è cresciuto dell’11,1% in 24 ore e di quasi il 50% in sette giorni a $ 522,58.

La criptovaluta che supporta l’ecosistema blockchain di Binance ha raggiunto un picco enorme quest’anno, con un aumento di oltre il 1282,5% da inizio anno.

Un fattore importante che ha portato a BNB è stato il fatto che è stato lanciato come alternativa alla rete Ethereum (ETH), combattendo l’aumento dei costi di transazione e confermando i rinvii. Prevesioni TRON è positive.

La criptovaluta, che ora ha una capitalizzazione di mercato di oltre $ 81 miliardi, è supportata anche dalla crescente popolarità dei progetti di finanziamento decentralizzato (DeFi) e dalla speculazione che Binance potrebbe seguire il percorso di Coinbase, raccogliendo fondi attraverso un’offerta di azioni.

XRP (XRP): XRP è sceso del 3,3% in 24 ore per spingere il tempo a $ 1,34, ma è aumentato del 106,5% in sette giorni a $ 1,34.

La criptovaluta che supporta la rete di pagamento Ripple è salita alle stelle nelle ultime settimane, ottenendo più vittorie in una causa legale della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. CoinDesk ha anche notato in precedenza che XRP ha una base globale dedicata di sostenitori, che non vedono necessariamente la causa SEC come una minaccia. Dogecoin previsioni è positive. Monero (XMR): Monero è cresciuto del 13% in 24 ore a 331,82 $. La criptovaluta incentrata sulla privacy è aumentata di circa il 146,6% dall’inizio dell’anno.

Secondo le notizie recenti, Haveno, uno scambio decentralizzato (DEX) basato su Monero è stato lanciato pubblicamente questa settimana. Il team dietro il progetto ha detto che il DEX è stato lanciato in risposta alle richieste della comunità per un “modo nativo, decentralizzato e privato per scambiare Monero con valute legali e altre criptovalute”.

  • Secondo il Cloud Threat Report di Palo Alto Networks, il cryptojacking, l’estrazione illegale di criptovalute sui dispositivi di altre persone, utilizzando Monero è caduto all’ultimo boom del mercato da settembre 2020.
  • PancakeSwap (CAKE): PancakeSwap è aumentato di quasi il 16% in 24 ore e del 55,6% in sette giorni a $ 26,18.

La criptovaluta supporta l’omonimo DEX basato su Binance Smart Chain (BSC).

PancakeSwap sfrutta la crescente popolarità di DeFi poiché gli investitori vedono alternative alla rete Ethereum. Il progetto ha anche portato una serie di notizie rialziste, tra cui la segnalazione di 900.000 transazioni in un giorno all’inizio di questa settimana, rispetto agli 1,3 milioni di transazioni di Ethereum.

3 Tasti per il successo dei CFD Trading Systems Online, Cosa cercare quest’anno in Italia e quali sono i pro e i contro?

Con qualsiasi tipo di sistema di trading online di CFD, è attraverso il trading con un sistema, che il trading diventa uno strumento che può essere utilizzato per creare profitti su base costante. Quasi in un modo simile al business, dove si applica un sistema, si guadagna denaro e si controlla la propria performance per vedere che si è sulla buona strada. Volete saperne di più? Poi date un’occhiata a tutte le possibilità di CFD Trading in Italia. E idealmente, l’emozione è tenuta fuori dal mercato. Quindi, ciò che un sistema di CFD fa essenzialmente, include queste tre cose importanti:

1. Riduce le perdite

Cioè, se un’operazione va contro di te, esci con una piccola perdita, non con una grande perdita. Questo viene fatto con uno stop loss, che è in contrasto con alcune persone che mettono soldi in azioni o CFD e non hanno un piano per uscire, e vedono le loro perdite continuare ad aumentare fino a perdere una parte significativa del loro flottante. Infatti, gli stop loss in un sistema di trading con i CFD non dovrebbero essere troppo piccoli per uscire dalle operazioni con movimenti minori del prezzo dei CFD, e non troppo grandi in quanto le vostre operazioni perdenti diventano troppo grandi in confronto alle vostre operazioni vincenti. Uno stop loss ottimale è nel suo mezzo felice.

2. Lascia correre i tuoi profitti di CFD trading

Cioè, se un trade va nella tua direzione, i tuoi trailing stop permettono di avere abbastanza spazio per far funzionare il CFD e i tuoi profitti diventano grandi, ma abbastanza vicini da permetterti di uscire in seguito quando il trade alla fine ti va contro. Con un sistema di trading in cui questo accade, i vostri profitti sono più grandi (di solito molto più grandi) delle vostre perdite, anche se in genere non sono così frequenti. Entrambi i punti 1 e 2 di cui sopra portano. Vedi tutte le opzioni? Poi leggete tutto quello che c’è su questo sito.

3. Un sano rapporto profitti/perdite

Nel caso in cui non abbiate familiarità con questo termine, il rapporto tra profitto e perdita è l’entità del profitto medio rispetto all’entità della perdita media. Ad esempio, se il vostro profitto medio è di $820 e la vostra perdita media è di $205, il vostro indice di perdita è 4 (820/205).

  1. Si noti che c’è un termine simile chiamato rapporto vincita/perdita, che è il numero di vittorie rispetto alle perdite. Ma questi due termini devono essere considerati insieme. Se avete solo il 35% di operazioni vincenti e il 65% di operazioni perdenti, con il risultato di un modesto rapporto vincita/perdita di 0,54 (35/65), un sistema è redditizio, se il rapporto profitti/perdite è bello e alto.
  2. Cioè, si moltiplica il rapporto profitti/perdite, con il rapporto vincite/perdite, per ottenere il “rapporto di redditività”. Finché questo numero è maggiore di 1, il sistema è redditizio. Nell’esempio appena citato, il rapporto di redditività è 2,15 (0,54 x 4). Questo è davvero ciò che rende un sistema redditizio.
  3. In un sistema di trading ci saranno sempre scambi sia perdenti che vincenti. Se le vittorie sono molto più grandi delle perdite, anche se meno frequenti, e questo include la presa in considerazione dei costi di trading come le commissioni e gli interessi, allora il vostro piano di trading è buono, e il vostro trading sarà redditizio.